Back to Home

Conosci i colori? | Creative TAG

Creative TAG... Quando la passione diventa un lavoro!

Lug 5, 2018 / by creativetag / In Blog / Tag:, , , , / Commenti disabilitati su Conosci i colori?

Nel design scegliere un colore è spesso una scelta molto soggettiva. Il background culturale, i gusti e le preferenze la fanno da padrona durante la scelta, ma dovete sapere che, la scelta del colore è quasi una scienza, anzi, è proprio una scienza.

Se pensate ad un colore, basterà cambiarvi tonalità o saturazione per evocare sensazioni ben diverse. Inoltre non dobbiamo dimenticare che a seconda dell’area geografica con la quale ci interfacciamo, il significato di determinati colori cambia.

I colori caldi sono rosso, arancio e giallo e tutte le variazioni che possiamo ottenere da questi tre. Il fuoco ha questi colori così come l’autunno durante la caduta delle foglie, il tramonto e l’alba hanno questi colori.

Rosso e giallo sono chiamati colori “primari”, l’arancione è un derivato dall’unione di questi due. Questo significa che tutti i colori caldi che conosciamo vengono creati da questi colori base.
Principalmente rappresentano energia, passione e positività.

Il rosso è un colore caldo per eccellenza, associato al fuoco, alla violenza, al sangue.

Questo colore però è anche associato all’amore ed alla passione. Storicamente è il colore degli inferi, al diavolo, ma è anche il colore di Cupido, dio dell’amore.

Il rosso provoca delle reali reazioni sulle persone che l’osservano, aumenta la pressione sanguigna e il ritmo della respirazione e cosa scientificamente dimostrata, accelera il metabolismo umano.

Può essere anche associato alla rabbia ma contemporaneamente è associato anche a qualcosa di importante come il “red carpet”. Rosso è anche un “allarme” i segnali stradali di pericolo, le luci dello stop delle auto o le etichette sui prodotti.

Fuori dalla cultura occidentale vediamo che inizia ad assumere differenti sfumature di significato: in Cina è il colore della fertilità, della felicità e della prosperità. Nella cultura Orientale di rosso ci si vestono le spose. In Sud Africa, il rosso è il colore del lutto.

Il giallo è un colore primario, spesso associato al colore del sole e alla felicità ma anche all’inganno e alla codardia. Il giallo è “speranza”, in molti paesi viene appeso fuori la porta un drappo giallo, vuol dire che hanno delle persone care in guerra e attendono il suo ritorno speranzosi.
In Egitto il giallo è usato per il lutto. In Giappone è il coraggio mentre in Cina era il colore riservato solo alla famiglia imperiale.

L’arancione è un colore secondario (cioè creato dall’unione di due colori), vivace ed energico, se di un colore tenue può ricordare la terra o l’autunno. L’associazione alle stagioni gli conferisce il significato di cambiamento.

Spesso nel design l’arancione viene utilizzato per catturare l’attenzione dello spettatore senza risultare invadente come il rosso.

Ora passiamo ai colori freddi.

Verde, blu e viola..sono i colori della notte, della natura e spesso sono associati alla calma e al relax.

Il blu è l’unico colore primario nello spettro dei colori freddi, questo vuol dire che per crearne di altri bisognerà combinarlo con colori caldi, ad esempio blu+giallo=verde, blu+rosso=viola.

I colori freddi spesso sono i più utilizzati nella progettazione perché conferiscono un senso di calma e professionalità.

Il blu è un colore primario come dicevamo, in Inghilterra viene associato alla tristezza “Blue sad”.

Viene utilizzato spesso per rappresentare la calma, la professionalità. Le sue varianti chiare come l’azzurro sono rinfrescanti e hanno un significato di cordialità. Il blu è associato alla pace, ha connotazioni spirituali e religiose, pensate alla Vergine Maria per esempio.

Il verde, colore secondario, per antonomasia è il colore della Terra. Rappresenta la natura, può essere associato ad un nuovo inizio, alla crescita. Il verde è prosperità ma in alternativa può rappresentare invidia e gelosia.

Il verde è un colore che calma, grazie alla presenza al suo interno del blu ma allo stesso tempo assume una carica energica dal giallo. Spesso il verde aiuta ad armonizzare per la sua stabilità.

Il viola a lungo è stato considerato un colore regale. Viene associato alla creatività, per la combinazione tra rosso+blu dai quali eredita le caratteristiche.
In Thailandia il viola è il colore del lutto, mentre il viola scuro è ricchezza e regalità quelli più chiari, come lavanda per intenderci, sono considerati più romantici, primaverili.

Oltre ai colori caldi e freddi, troviamo i colori detti “neutri”. Spesso vengono usati come sfondo nel design, il loro significato e la loro percezione viene influenzata da ciò che li circonda, prendendo la connotazione del colore che primeggia.

Il nero è il più forte dei colori neutri. Associato nella cultura contemporanea al potere, all’eleganza e alla formalità ma, ha anche una connotazione negativa perché spesso è associato al male, alla morte (in molti paesi occidentali è il colore del lutto) ed al mistero.

Il bianco è il suo esatto opposto, come colore neutrale può essere affiancato da qualsiasi altro colore. Il suo significato è quello della purezza, della pulizia e della virtù. Nella nostra cultura le spose si vestono di bianco. In oriente invece è il colore del lutto. Viene associato al settore sanitario, se pensiamo al camice del dottore, del dentista o dell’infermiere. Il bianco è la bontà.

Nel design minimalista il bianco la fa da padrone.

Il grigio, viene considerato un colore freddo. A volte viene definito deprimente, ma è un colore formale che, usato nella progettazione aziendale da una sensazione di professionalità. Nella sua semplicità è un colore sofisticato, le gradazioni di grigio sono delle varianti di nero, e possono avere accenni a colorazioni blu o marroni.

Il marrone è la terra, il legno la pietra. È un colore neutrale, con essenza calda.

Il beige è unico nel suo genere perché assume le tonalità a seconda dei colori che lo circondano. In se racchiude il caldo del marrone e la freschezza del bianco, è un colore conservatore. Simboleggia la pietà.

Il colore crema/avorio è molto sofisticato; in se nasconde un accenno di marrone in un mare di bianco. È un colore che da senso di tranquillità, evoca un senso di storia.

In conclusione, oggi come ieri, il colore ha un ruolo molto importante e determinante nella vita, negli stati d’animo e nella comunicazione tra ognuno di noi. Sopratutto nella progettazione di Logo e materiale cartaceo la scelta dei colori è fondamentale. 

Back to Home