Back to Home

Sito E-commerce: perchè crearne uno | Creative TAG

Creative TAG... Quando la passione diventa un lavoro!

Gen 25, 2018 / by creativetag / In Blog / Tag:, , , / Commenti disabilitati su Sito E-commerce: perchè crearne uno

In un precedente articolo abbiamo già parlato del sito vetrina e di come sia utile per mostrare agli utenti l’attività di un’azienda. In questo articolo parliamo invece del sito E-commerce fondamentale per espandere su tutto il territorio nazionale e non, la vendita di prodotti e servizi.

Per permettere agli utenti di visionare i prodotti con le relative caratteristiche è importante mettere a disposizione un catalogo che conterrà tutta la merce, di un solo produttore o di molti, in questo modo si rendono disponibili tutte le informazioni necessarie e facilitare la scelta; il pagamento avviene tramite carta di credito e ciò permette a chiunque di acquistare e far arrivare direttamente a casa prodotti che magari non trova facilmente nei negozi fisici e risparmiando tempo.

Questa tipologia di commercio e vendita che si svolge sulla rete, utilizza piattaforme di tipologie diverse in base al business per cui sono richieste. Infatti comprende attività come: commercializzazione di beni e servizi, distribuzione online di contenuti digitali, svolgimento di attività finanziarie e di borsa e procedure di tipo transattivo della Pubblica Amministrazione.

Commercio E-commerce: le diverse tipologie

Principalmente sono due le tipologie di commercio utilizzate da un sito E-commerce:

  • Forma diretta: l’intera vendita è trattata in rete, fa riferimento all’ordinazione, pagamento e consegna di prodotti digitali, l’intera procedura è trattata online;
  • Forma indiretta: l’ordine e il pagamento relativo a un acquisto avviene online, e il prodotto viene consegnato a casa tramite vie tradizionali come la posta o il corriere.

Ci sono però altre tipologie che tengono conto sia dei soggetti che effettuano attività di commercio online e i destinatari, queste sono:

  • Business To Business (B2B): la transazione commerciale avviene tra due imprese, che vendono o acquistano ad altre aziende;
  • Business To Consumer (B2C): in questo caso la transazione avviene tra l’azienda e il consumatore finale; sono i consumatori che visualizzano cataloghi o listini, scelgono i prodotti ed effettuano il pagamento;
  • Consumer To Consumer (C2C): gli acquirenti, oltre ad acquistare il bene, non solo usufruiscono delle informazioni a esso relative ma le creano loro stessi, potranno quindi essere utili ad altri futuri compratori;
  • Consumer To Business (C2B): in questo caso i consumatori stabiliscono il prezzo che sono disposti a pagare per un determinato prodotto e le aziende decidono se accettare o rifiutare l’offerta.

A seconda della tipologia di commercio si dovrà stabilire la struttura del sito e studiare le strategie più adatte per raggiungere gli obiettivi preposti.

I vantaggi che un sito E-commerce porta sia al consumatore che al produttore

L’attivazione di un proprio sito E-commerce comporta alcuni vantaggi rispetto ai metodi tradizionali di vendita come il fattore temporale, in quanto il sito è disponibile 24 ore al giorno e tutti i giorni della settimana, e un fattore geografico in quanto è possibile raggiungere qualsiasi consumatore, oltre che in tutta la nazione anche in tutto il mondo.

Per quanto riguarda le scelte di consumo effettuate dai clienti, con questo metodo è possibile effettuare una raccolta di dati, sia quantitativi che qualitativi, riguardo l’esperienza dell’utente, capendo le sue preferenze di acquisto e il suo comportamento; in questo modo sarà più facile targettizzare l’offerta e l’assistenza post vendita.

Gestire un sito web E-commerce può portare grandi guadagni a un’azienda che decide di ampliare il suo business online ma la realizzazione del sito non sempre risulta semplice per questo si consiglia sempre di rivolgersi a degli esperti del settore che saranno in grado di valutare le scelte migliori da compiere per portare vantaggi sia al’azienda che ai consumatori.

Back to Home