Back to Home

Il Packaging: quando a parlare è la forma | Creative TAG

Creative TAG... Quando la passione diventa un lavoro!

Gen 11, 2018 / by Melania Friscia / In Blog / Tag: / Leave a comment

Al giorno d’oggi si è abituati ad effettuare molti acquisti online e non si va più nei negozi ad osservare e scegliere i prodotti fisicamente. In un’era in cui le maggior parte delle azioni e dei servizi vengono effettuate tramite la Rete, paradossalmente la forma e i colori dei prodotti, il cosiddetto packaging, sono essenziali per catturare l’attenzione del cliente e indurlo all’acquisto.

Il packaging elemento fisico ma anche emozioni

Il packaging, è l’insieme delle modalità di imballaggio, la confezione e la presentazione dei prodotti che costituiscono una parte essenziale per garantire il successo dei tali.

Per far si che un prodotto venga scelto dal cliente è necessario che esso possegga alcune caratteristiche che, oltre a renderlo visibile, lo distinguono dalla concorrenza facendolo risultare più interessante.

Se ci si vuole far notare all’interno di una stessa categoria di servizi e prodotti è utile combinare il design, la forma e il colore in modo da riuscire a sorprendere e catturare lo sguardo. Inoltre, secondo uno studio dell’americana Cornell University, se si rappresentano persone o personaggi che rivolgono lo sguardo direttamente all’osservatore si aumenta il coinvolgimento emotivo del cliente con il brand che sarà maggiormente indotto ad acquistare il prodotto.

Le caratteristiche principali del packaging

Nel momento in cui si deve creare una confezione o un imballaggio è bene tenere presente quali siano i punti di forza del prodotto che si vuole far acquistare, è quindi possibile “parlare” senza utilizzare parole, ai consumatori esponendo i motivi per cui è meglio acquistare quel prodotto.

Inoltre se il packaging sarà funzionale al tipo di prodotto cui è destinato e al suo utilizzo sarà ancora più semplice catturare l’attenzione del cliente che vedrà in esso un vantaggio.

Un criterio che a molti sfugge nel momento in cui devono presentare un prodotto è la leggibilità del nome o del marchio, quando il carattere utilizzato è ben leggibile ed essenziale, e il risultato finale risulta bilanciato insieme a immagini e/o colori, il prodotto si fisserà nella memoria del consumatore che tenderà ad acquistarlo e, se soddisfa i suoi bisogni, egli si fiderà del marchio continuando ad sceglierne i prodotti.

Un altro importantissimo fattore è quello di mostrare il prodotto, un esempio sono le scatole che posseggono un “finestra” nel quale è possibile vedere effettivamente come sia; e per far si che oltre a vederlo, il cliente sia sicuro su ciò che andrà ad acquistare è utile aggiungere informazioni relative alla qualità e alle sue caratteristiche, aumentando così le aspettative del consumatore che non andranno deluse.

Negli ultimi anni molte aziende hanno deciso di sostenere i temi a favore dell’ecologia e dell’ambiente, quindi spesso viene indicato se il packaging è un prodotto a favore dell’ambiente, dotato di certificazioni aziendali, se vengono utilizzate energie rinnovabili per la sua produzione o se l’imballaggio è costituito da materiali riciclati; tutto ciò rende agli occhi del cliente il prodotto ma soprattutto il brand affidabile.

Un’ultima caratteristica che sta prendendo piede di recente è quella di utilizzare non più solo il senso della vista per conquistare il cliente, ma anche quello del tatto e dell’olfatto, infatti esistono particolari carte che al tatto risultano più ruvide, o sono in rilievo, lucide, opache ecc.. invece ce ne sono altre in grado di rilasciare profumazioni diverse quando vengono strofinate.

Tutto ciò permette di stupire e meravigliare il consumatore che oltre ad ammirare potrà anche vivere un’esperienza diversa rispetto al solito che costituisce anch’essa una degli elementi da tenere in considerazione quando si deve attirare l’attenzione su un brand.

L’insieme di tutti questi elementi, se studiati e applicati correttamente, garantisce il pieno successo della vendita contribuendo a fidelizzare il consumatore che non rinuncerà facilmente ad abbandonare il brand.

Back to Home